Galleria

La scultura Raku di Nives Guazzarini, si evidenzia per il ricercato connubio tra un modellato della figura sinuoso, in cui si ricerca la purezza e la dinamicità della linea, e l’uso di materiali inconsueti per la scultura, quali il refrattario e la cottura raku. Il raku è infatti assai raro in scultura per la difficoltà che comporta: le sculture devono essere estratte dal forno ad una temperatura che si aggira intorno agli 800/900 gradi centigradi, poste in riduzione tra ceneri, foglie e paglia ed infine raffreddate in acqua. Questa tecnica di cottura antica, di origine giapponese, fa sì che i quattro elementi (terra, fuoco, aria e acqua) siano, insieme all’artista, “creatori dell’opera”.

 

Terre appeseTerre in viaggio

Terre in volo

Sirenedi

Busti

Animali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.